Incidentally b&w

Per inciso, come ingegneria e architettura

Adoro il bianco e nero
libera l’immaginazione
ricorda un mondo antico
rievoca il silenzio
i colori li metti tu
è delicato e rispettoso
evidenzia i chiari e scuri
della vita
ritrae la spontaneità di un luogo, di un volto
è magicamente espressivo
rievoca come un eco sui monti
storie vissute
è allo stesso tempo intenso, raffinato
eppure nascosto e velato
il mistero

Sole – Luna
giorno – notte
ieri – oggi
bianco – nero
tu – io
noi

Un mondo in foto
bianco e nero come l’album dei ricordi
un quaderno della prima infanzia
scritto a biro nera su pagine bianche
emozioni sospese
come mummificate
in attesa che tu ridia loro vita e colore
bianco e nero intramontabile
nella vita come nella moda
come nella storia dei popoli
fossilizza eventi
incastonati in cornici
casseforti
tesorieri
per non perdere
quel momento
fermato in un click
diapositiva senza rumori
essenziale scarna eppure ricca di dettagli che emergono puri
puri come la neve
densi come un comignolo annerito dal fumo
una verità schietta
il bianco e nero
ingenua e maliziosa
detto e non detto
un gioco a due colori
che si trapassano
sfumando in grigi
quel velo nebbioso
quelle cicatrici nette
bianco e nero
come il pane grezzo frugale frutto del lavoro manuale
bianco e nero senza fronzoli così diretto
iconografico
come un film muto
un’espressione che muta e rimane sospesa incompleta eppure tutto dice
bianco e nero complici
fili di ragnatela alla brezza di un cielo autunnale
di un temporale
della neve sul muschio
dei tronchi spogli di una foresta alpina
bianco e nero il mare d’inverno
la soglia della porta di casa
la stampa sui quotidiani
l’amore sacro d’incenso profumato
l’amore profano di corpo a corpo nelle penombre
vedo non ti vedo
sento non sento
vigile e dormiente
zebra nella savana
tigre delle nevi
bianco e nero
pinguino artico
il timbro sulla busta (che ormai non ci sono più) sigillo
il sale e il pepe
l’andare e tornare
il vino e l’aceto
la visione bicromatica
la pace la guerra
la sposa e il soldato
le ore nel quadrante dell’orologio
la guglia che si alza al cielo
le scie dell’aereo in volo
domanda e risposta
la pausa tra due note
un bacio col suo abbraccio
il profumo e l’essenza
la luce il buio
l’attimo e l’eterno
il nascere e il rinascere altro
bianco e nero …
e domani è immaginazione.

tania Pizzamiglio 21 novembre 2019

 

Incidentally, like engineering and architecture

I love black and white
frees the imagination
remember an ancient world
recalls silence
you put the colors on it
it is delicate and respectful
highlights the light and dark
of life
portrays the spontaneity of a place, of a face
it is magically expressive
it evokes like an echo in the mountains
lived stories
it is at the same time intense, refined
yet hidden and veiled
the mystery

Sun Moon
day – night
yesterday Today
White black
you – me
we

A world in photos
black and white as the album of memories
an early childhood notebook
written in black ballpoint on white pages
suspended emotions
as mummified
waiting for you to give them life and color
timeless black and white
in life as in fashion
as in the history of peoples
event fossilization
set in frames
safes
treasurers
not to lose
that moment
stopped in a click
slide without noise
essential but rich in details that emerge pure
pure as snow
dense like a chimney blackened by smoke
a blunt truth
black and white
naive and mischievous
said and not said
a two-color game
that pass away
shading in grays
that misty veil
those net scars
black and white
like the frugal raw bread resulting from manual labor
black and white with no frills so direct
iconographic
like a silent movie
an expression that changes and remains incomplete, yet everything says
black and white accomplices
spider web threads in the breeze of an autumn sky
of a thunderstorm
of snow on the moss
of the bare trunks of an alpine forest
black and white the winter sea
the threshold of the front door
newspaper printing
the sacred love of fragrant incense
profane love of melee in the shadows
I see I don’t see you
I feel I can’t hear
alert and dormant
zebra in the savannah
snow tiger
black and white
arctic penguin
the stamp on the envelope (which no longer exists) seal
salt and pepper
going and coming back
wine and vinegar
bichromatic vision
peace, war
the bride and the soldier
the hours in the watch dial
the spire that rises to the sky
the flights of the plane in flight
question and answer
the pause between two notes
a kiss with his embrace
the scent and the essence
the light the dark
the moment and the eternal
being born and being born again
black and white …
and tomorrow is imagination.

tania Pizzamiglio 21 November 2019

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: