The rebellious I – ego

L’io ego ribelle

Quell’invisibile leggerezza pesante nascosta a tradimento in noi.
Quella presenza assenza destabilizzante in noi.
E se tu insisti a cacciarlo o non ascoltarlo, puntualmente non ti obbidisce, non ti liberi di lui, non ti lascia libero, tu non gli sfuggi.
Lui è la legge imponderabile e inamissibile e non evadibile.
Sembra una condanna.
Odio e amore, con passione e con distacco. Se mai guardarsi realmente dal di fuori è mai stato possibile. Un po’. Meditando.
… anche no. Ti inabita, è anch’esso la tua storia e storia di te.
Non solo uno dei fattori indicati dalla analisi psicologica.
Sfugge ad ogni reale teoria.
Puntualmente ti aspetta al varco, come sentinella del mattino e custode della notte.
A volte fastidioso, sfiancante, lotta continua, sei arrabbiato… ma egli no, l’Io – Ego è lì, nella sua pacata serenità calma.
Eppure lo devi sopportare, eppure lui non ti ferma.
L’ostilità col tuo antagonista potrebbe avere un senso e lòa tua vita funzionare meglio, se ci pensi bene e non insisti ottusamente solo per una via che cozza con il tuo stesso Io-Ego.

by tania Pizzamiglio

 

 

The rebellious ego ego

That invisible heavy lightness hidden treacherously in us.
That presence destabilizing absence in us.
And if you insist on hunting him or not listening to him, he doesn’t obey you on time, you don’t get rid of him, he doesn’t let you free, you don’t escape him.
He is the imponderable and inadmissible and non-evadable law.
It looks like a sentence.
I hate and love, with passion and with detachment. If ever to look truly from the outside has never been possible. A bit’. Meditating.
… even not. It inhabits you, it is also your story and story of you.
Not just one of the factors indicated by the psychological analysis.
It escapes any real theory.
Punctually awaits you at the gate, as sentinel in the morning and guardian of the night.
Sometimes annoying, exhausting, continuous struggle, you are angry … but he is not, the I – Ego is there, in his calm calm serenity.
Yet you have to endure it, yet he doesn’t stop you.
Hostility to your antagonist could make sense and make your life work better if you think about it and you don’t insist obtusely only on a path that clashes with your own I-Ego.

by tania Pizzamiglio

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: