My senses have shrunk

Mi sono ristretti i sensi

Ascoltare il mondo
non è più sano
rotolano torrente di blasfemie
guardare attorno
non è salutare
su covoni di immondizie
e eccessi usa e getta abbandonati
respirare l’aria
non è possibile
tanto è sovraccarica
di ogni vizio e molecola tossica
sperperata senza ritegno e contegno
vestirsi in questa società
è addossarsi allergeni e tossine
di coloranti additivi e fibre sinteticamente create
e riciclate *

in questo mondo
camminare come guerrieri
con la propria armatura
per attraversarlo
estirpando il contro natura
e restaurando Madre Terra.
tania P.

* attenzione, da anni si osanna ed esalta il processo del riciclo nelle industrie di produzione legate a determinati articoli. Ora, come già ho richiamato spesso l’attenzione e la progettazione, che socialmente e politcamente e produttivamente è stata sempre disattesa, NON tutti i processi di riciclo sono sani perchè anzi sono peggio della lavorazione primaria e il riciclo come oggi praticato è spesso specchio per allodole per permettere la proliferazione di prodotti inquinanti e non appropriati (derivati da plastiche e polimeri o agglomerati propilenici ecc. nei polistiroli, siliconi e via dicendo, tanto nel mondo della meccanica e pneumatici, che nell’industria pesante, che nei cementifici, che nell’industria alimentare, tessile, del packaging, tecnologia, elettricità ecc.) per poi assicurarti (falso) di recuperarli e ritrasformarli e riciclarli.
Semplifico con un esempio: riciclare l’alluminio conviene e inquina meno perchè la materia riciclata è uguale alla materia prima ma già fusa quindi rifonde a temperature leggermente inferiorio, il processo industriale è uguale identico al processo di lavorazione primaria dello stesso alluminio e rilavorare l’alluminio già usato è meno costoso e più ecnomico con meno scarti, quindi basta intervenire sul processo industriale per ridurre l’impatto ambientale, emissioni, ecc.
Mentre il riciclaggio dei pneumatici per creare borse, suole o scarpe o altri oggetti è un ulteriore aggiunta di inquinamento disperso ancora di più nell’ambiente, lo stesso per la fusione di determinati tappi di bottiglie di plastica per creare componenti delle sedie a rotelle!
Quindi ci sono dei processi voluti ad hoc (infatti non è sparita la produzione primaria di bottiglie di plastica ma continua imperterrita con tutti i connessi danni ambientali) che sono altamente nocivi per l’eco-bio-sistema e il pianete terra con le sue creature.
E inducono ulteriore danno che è la rabbia che causa questo sistema perverso e il popolino idiota. Quando ci vuole ci vuole.
Sveglia, ma davvero!
non servono le inquinanti bandiere nuove e riciclate di falsi ambientalisti politichesi e l’applauso a programmati oratori della qualità di un flacone di glisofato bucato che starnazzano sugli spalti, ma serve cambiare atteggiamento e recuperare il buon senso e il cervello oltre che la capacità di saper vivere che non si ha comprando titoli su titoli, ma si coltiva nell’agire quotidiano, perchè si può!
Per chi da tempo mi chiede la candidatura, perfetto, posso infine accettare la sfida: segnatemi i voti e l’adesione, altrimenti è fuffa.

 

My senses have shrunk

Listen to the world
it is no longer healthy
a torrent of blasphemies roll
look around
it’s not healthy
on sheaves of garbage
and abandoned disposable excesses
breathe the air
It is not possible
it is so overloaded
of every vice and toxic molecule
squandered without restraint and demeanor
dressing in this society
is to take on allergens and toxins
of additives and synthetically created fibers
and recycle *

in this world
walk like warriors
with your own armor
to cross it
eradicating the unnatural
and restoring Mother Earth.
tania P.

* attention, for years we praise and enhance the recycling process in the production industries linked to certain items. Now, as I have often drawn attention and design, which has always been neglected socially and politically and productively, NOT all recycling processes are healthy because indeed they are worse than primary processing and recycling as practiced today is often a mirror for larks to allow the proliferation of polluting and inappropriate products (derived from plastics and polymers or propylene agglomerates etc. in polystyrenes, silicones and so on, both in the world of mechanics and tires, and in heavy industry, as well as in cement factories, which the food, textile, packaging, technology, electricity etc. industries) and then make sure (false) that you recover them and transform them and recycle them.
I simplify with an example: recycling aluminum is cheaper and less polluting because the recycled material is the same as the raw material but already melted therefore it recovers at slightly lower temperatures, the industrial process is the same as the primary processing process of the aluminum itself and rework the aluminum already used is less expensive and more economical with less waste, so it is enough to intervene on the industrial process to reduce the environmental impact, emissions, etc.
While the recycling of tires to create bags, soles or shoes or other objects is an additional addition of pollution dispersed even more in the environment, the same for the melting of certain caps of plastic bottles to create components of wheelchairs!
So there are ad hoc wanted processes (in fact the primary production of plastic bottles has not disappeared but continues undaunted with all the related environmental damage) which are highly harmful for the eco-bio-system and the planet earth with its creatures .
And they induce further damage which is the anger that causes this perverse system and the idiotic people. When its needed its needed.
Wake up, but really!
you don’t need the polluting new and recycled flags of fake politic environmentalists and the applause to programmed speakers of the quality of a bottle of laundry glisofato that flutter in the stands, but you need to change your attitude and recover common sense and the brain as well as the ability to know to live that you do not have by buying securities on securities, but you cultivate yourself in daily action, because you can!
For those who have been asking me for the candidacy for a long time, perfect, I can finally accept the challenge: mark me the marks and the adhesion, otherwise it is a blunder.

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: