Once upon a time … forgotten memories. Workers from Croatia and Friuli

C’era una volta anche un’altra Italia. Laguna di Marano, vicino a Grado, bassa friulana, nord-est d’Italia. Un piccolo paesino, come una perla, affacciato sul Mar Adriatico, braccio di mare del bacino più grande detto Mediterraneo, caratterizzato da acque fredde e fluttuare del mare piatto o increspato caratteristici, contenuto tra la costa italiana e quella dei Balcani che si affaccia su questo azzurro ramo di mare che virando nell’arco che si crea tra Marano-Trieste-Croazia ritorna al mediterraneo in un flusso a circuito a forma di U.
Anche Marano vantò anni di migliore gloria imprenditoriale con fabbricati di lavorazione del pesce per conto dell’industria di trasformazione Italiana di pesce in scatola come Rio mare ecc.
L’industria decise un giorno di spostarsi su orizzonti ritenuti più proficui costando di meno e permettendo un margine di tassazione agevolata liberandosi da quella gravosa del Governo Italiano, causando di fatto un corto circuito pericoloso: fabbriche del pesce di Marano chiuse, cittadini senza impiego, meno ricchezza locale quindi diminuzione della capacità di spesa e spendibilità, più povertà, abbandono di alcune aree divenuto “sottoabitate”, creazione di servizi terziari per speculare sul turismo e sull’import export che corrispondono più a una realtà fittizia che un concreto sviluppo territoriale, lasciando la povertà creata, attività che non decollano, degrado culturale e professionale, perdendo il vero know-out di chi fece esperienza sul campo e non nozioni apprese su un qualunque e-book di turno scritto da non addetti.
Condividiamo così la stessa sorte con la memoria operaia Croata.
link allegato:

Once upon a time there was also another Italy. Lagoon of Marano, near Grado, low Friuli, north-east of Italy. A small village, like a pearl, overlooking the Adriatic Sea, the arm of the sea of ​​the largest basin called the Mediterranean, characterized by cold waters and the characteristic flat or choppy sea, contained between the Italian coast and that of the Balkans that overlooks this blue sea branch that turning in the arc that is created between Marano-Trieste-Croatia returns to the Mediterranean in a U-shaped circuit flow.
Marano also boasted years of better entrepreneurial glory with fish processing buildings on behalf of the Italian canned fish processing industry such as Rio Mare etc.
The industry decided one day to move to horizons deemed more profitable by costing less and allowing a subsidized tax margin, freeing itself from the burdensome one of the Italian government, effectively causing a dangerous short circuit: Marano fish factories closed, citizens without employment, less local wealth, therefore a decrease in spending capacity and usability, more poverty, abandonment of some areas that have become “under-inhabited”, creation of tertiary services to speculate on tourism and import exports that correspond more to a fictitious reality than a concrete territorial development, leaving the poverty created, activities that do not take off, cultural and professional degradation, losing the true know-out of those who had experience in the field and not notions learned on any e-book written by non-professionals.
We thus share the same fate with the Croatian workers’ memory.


attached link: https://www.balcanicaucaso.org/aree/Croazia/Croazia-memorie-operaie-delle-donne-di-Cres-e-Mali-Losinj-204277/(from)/newsletter

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: