Croutons like pizza. Good simple food

Crostini di pane come pizza

Dividi il companatico e raddoppi l’allegria.
Il pane è uno tra i più antichi risultati del lavoro umano nel rielaborare i cereali trasformati in farine e ricombinati con acqua per un alimento nutriente e interessante.
La cucina è creatività e salute con la nutrizione attraverso l’alimentazione, non è fantascientifici corsi o chissà che master che sono funzionali solo a spettacolo e commercio.
Così nascono combinazioni semplici per serate autunnali colorate e allietate da cibi colorati e profumati, mediterranei e che uniscono in sposalizio cibi semplici e non processati.
Punto di partenza: come accontentare il palato di chi attende la cena?
In realtà il progetto era pizza d’asporto per sostenere dei giovani pizzaioli nel paese vicino a dove alloggio ora, poi siamo finiti a dare spazio alel risorse di casa.
Del poco pane rimasto che ho sfornato domenica, pane integrale con curcuma, ne ho ricavto delle fette alte circa poco meno di un centimetro. Del trancio di cavolo cappuccio rosso ne ho ricavato due fette tagliate nel senso della lunghezza dell’ortaggio e tagliato a grandi pezzettoni che con una manciata di pomodori italiani secchi ho messo nel mixer insieme a 3 spicchi di aglio, 5 olive, un’alice sott’olio e ho frullato tutto. Ho disposto e distribuito il composto risultante sulle fette di pane messe in una pirofila. Quindi ho infornato a 220° per 15 minuti (ma regolatevi in base al gradimento di cottura della salsa vegetale e del grado di tostatura del pane) a metà forno, equidistante dal fondo e dal lato alto del forno stesso.
Nel frattempo ho tagliato a fettine due mozzarelle di bufala (dichiarate di 125 grammi l’una ma sinceramente sembravano meno grammi).
Sfornare e impiattare subito, e distribuire la mozzarella (a crudo invece che cotta mantiene inalterate le proprietà organolettiche e i profumi e bontà e risulta più digeribile, anche perchè i formaggi sono già stati sottoposti a temperatura all’atto della loro produzione, cuocerli in genere ne altera le proprietà rendendoli meno digeribili e modificando le molecole dei grassi per cui è meno salutare cotto, molto meglio consumare il formaggio così com’è). Cospargere con pepe in grani e basilico secco a piacere, un filo di olio evo e non vi resta che degustarvi questa leccornia , con i colori dell’autunno, il bello del convivio, e il tono della natura, nel profumo che ricorda giorni antichi, caratterizzati da imprese eroiche.

Colgo l’occasione che in questi giorni sto facendo il kefir di latte, i risultati sono stati sorprendenti, un kefir cremoso, compatto, liscio, molto digeribile e il coinquilino ha fin da subito ricevuto i benefici dei fermenti.
Approfitto per confermare un esperimento che ho provato più volte e che ha funzionato molto bene per il coinquilino: in caso di bruciore di stomaco o di intestino con flautolenza, consumare un sorso di kefir (come riferimento suggerisco una tazzina di caffè) e in brevissimo tempo l’acidità scompare, l’intestino si riequlibria. come mai così veloce? per rendere semplice e comprensibile, non serve la fantascenza ma è madre natura che lo spiega da se stessa: lo stomaco è ambiente acido che non deve lavorare in situazione alcalina ma deve poter espletare la sua funzione con i succhi gastrici e gli enzimi della digestione iniziata già in bocca, il kefir è predigerito dai fermenti (colonie di batteri comuni all’intestino di animali, uomini compresi, e presenti anche in diversi vegetali) per cui non necessita di succhi gastrici che entrano in causa con l’acidità di stomaco, essendo predigerito il suo transito all’intestino è discretamente veloce e lì i batteri ristabiliscono l’equilibrio della flora intestinale, non avendo subi attacchi da succhi gastrici, come detto prima e l’intestino lavora in ambiente alcalino in quanto gli acidi vengono abbattuti nel tratto tra stomaco circa tra duodeno e digiuno uscendo comunque già deacidificato in parte dallo stomaco stesso grazie al chimo e il cibo metabolizzato pian piano diventa chilo nel suo procedere lungo il tratto intestinale. Scusate la “violenta” sintesi ma spero sia funzionale a rendere chiaro il concetto.
Al momento purtroppo posso fornire il kefir solo nelle vicinanze, agli eventuali interessati, in bottiglia di vetro da 750 ml e si mantiene in frigo e consiglio di consumare entro i 3 successivi giorni, non succede nulla andando oltre, l’aroma potrebbe assumere una caratteristica acidificata.

Buona nutrizione e felice pasto.

tania P.

Croutons like pizza

Divide the bread and double the joy.
Bread is one of the oldest results of human work in reworking cereals transformed into flour and recombined with water for a nutritious and interesting food.
Cooking is creativity and health with nutrition through food, it is not science fiction courses or masters that are only functional for entertainment and commerce.
This is how simple combinations are born for colorful autumn evenings enlivened by colorful and fragrant Mediterranean foods that combine simple and unprocessed foods in marriage.
Starting point: how to satisfy the palate of those waiting for dinner?
In reality the project was take-away pizza to support young pizza chefs in the town near where I am staying now, then we ended up giving space to the resources of the house.
Of the little bread left that I baked on Sunday, wholemeal bread with turmeric, I made slices about a little less than a centimeter high. From the slice of red cabbage I made two slices cut lengthwise from the vegetable and cut into large chunks that with a handful of dried Italian tomatoes I put in the mixer together with 3 cloves of garlic, 5 olives, an anchovy ‘oil and blended everything. I arranged and distributed the resulting mixture on the slices of bread placed in a baking dish. Then I baked at 220 ° for 15 minutes (but adjust according to the cooking pleasure of the vegetable sauce and the degree of toasting of the bread) in the middle of the oven, equidistant from the bottom and from the top of the oven itself.
In the meantime I cut two buffalo mozzarella into slices (declared of 125 grams each but honestly they seemed less grams).
Remove from the oven and serve immediately, and distribute the mozzarella (raw instead of cooked, it maintains the organoleptic properties, aromas and goodness unaltered and is more digestible, also because the cheeses have already been subjected to temperature at the time of their production, generally cook them alters the properties making them less digestible and modifying the molecules of fats so it is less healthy when cooked, much better to consume the cheese as it is). Sprinkle with peppercorns and dry basil to taste, a drizzle of extra virgin olive oil and you just have to taste this delicacy, with the colors of autumn, the beauty of the banquet, and the tone of nature, in the scent that recalls ancient days, characterized by heroic deeds.

I take the opportunity that these days I am making milk kefir, the results have been surprising, a creamy, compact, smooth, very digestible kefir and the roommate has immediately received the benefits of the enzymes.
I take this opportunity to confirm an experiment that I have tried several times and that has worked very well for the roommate: in case of heartburn or fluttery bowel, take a sip of kefir (as a reference I suggest a cup of coffee) and in a very short time the acidity disappears, the intestine is rebalanced. why so fast? to make it simple and understandable, fantasy is not needed but it is mother nature that explains it by herself: the stomach is an acid environment that does not have to work in an alkaline situation but must be able to carry out its function with the gastric juices and the enzymes of the digestion started already in the mouth, kefir is predigested by enzymes (colonies of bacteria common to the intestines of animals, including humans, and also present in various vegetables) so it does not require gastric juices which come into play with stomach acid predigested its transit to the intestine is fairly fast and there the bacteria restore the balance of the intestinal flora, not having suffered attacks from gastric juices, as mentioned before and the intestine works in an alkaline environment as the acids are broken down in the tract between stomach approximately between duodenum and jejunum, however, already partially deacidified from the stomach itself thanks to the chyme and the metabolized food gradually becomes kilo proceed along the intestinal tract. Sorry for the “violent” synthesis but I hope it is functional to make the concept clear.
At the moment, unfortunately, I can supply kefir only nearby, to any interested parties, in a 750 ml glass bottle and it is kept in the fridge and I recommend consuming it within the next 3 days, nothing happens going further, the aroma could take on a characteristic acidified.

Good nutrition and happy meal.

tania P.

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: