Like carbonara but it is not carbonara

Come carbonara ma non è carbonara.

A volte per conciliare richieste con la ricerca di una alimentazione più sana, richiede compromessi.
Ecco come nasce la carbonara differente, che alla pancetta o guanciale, sostituisce prosciutto crudo scelto senza additivi aggiunti e conservanti (sperando che la dichiarazione del produttore sia veritiera, che si sà, oggi fidarsi è bene e non fidarsi è meglio).

Ingredienti:
100 gr spaghetti integrali quadrati di grano duro italiano
80 gr circa di trancio di prosciutto crudo
pepe nero macinato

per il piatto vegetariano:
70 gr spaghetti integrali quadrati di grano duro italiano
verze scottate con cipolla e aglio, pepe nero e un pizzico di sale, spolverata di prezzemolo

Portare a bollore l’acqua posta in una pentola capiente e quando bolle versare tutta la pasta e un pizzico di sale grosso, mescolare perchè non si attacchi la pasta.

In un pentolino scottare il prosciutto tagliato a tocchetti e pepato.

Quando la pasta è pronta scolare, togliere la quantità per condimento vegetariano e rimettere la restante nella pentola di cottura su induzione a 10, incorporare il prosciutto e un uovo crudo, mescolare bene finchè l’uovo è cotto al punto giusto, impiattare e irrorare con un filo di olio e.v.o. (in tal modo con l’olio a crudo e nessun soffritto avremo un risultato organolettico profumato e saporito, salvando i sapori originari della materia prima e ottenendo un risultato più salutare.

Per la versione vegetariana.
Tagliare un trancio di cavolo verza a filetti sottili, aggiungere trito di cipolla e di aglio e cuocere con pochissima acqua finchè risulta ben cotto e interito, aggiungere pepe nero macinato e trito di prezzemolo e dopo un minuto, spegnere induzione.
Disporre qualche cucchiaio di verza cotta sulla pasta e irrorare con olio e.v.o. q.b.

Eventualmente è possibile accompagnare con formaggio di capra stagionato gratuggiato grossolanamente o con pomodori secchi a tagliati alla julienne.

La versa funge anche da contorno.

La tradizione vede la verza protagonista di molti piatti invernali e accompagnata anche alle carni, pesci o formaggi sia per un felice connubio di aromi e sapori che per la complentarità al fine di avere fibbre e enzimi che traghettano cibi più complessi e impegnativi come carne o formaggi o salumi al fine di favorire il transito intestinale e ridurre un eventuale assorbimento delle componenti lipidiche di detti cibi. L’ottimale sarebbe aprire le danze con la verdura e a seguire il resto.

Piatti classici tipici friulani è:
verza al burro con polenta e formaggio
verza al burro con salsiccia e polenta
zuppa di verza
involtini di verza
… e molto altro ancora 😉

Buona degustazione

tania P.

Like carbonara but it is not carbonara.

Sometimes to reconcile demands with the search for a healthier diet, it requires compromises.
This is how the different carbonara is born, which replaces the bacon or guanciale with raw ham chosen without added additives and preservatives (hoping that the manufacturer’s declaration is true, that you know, today trust is good and not trust is better).

Ingredients:
100 gr square wholemeal spaghetti of Italian durum wheat
About 80 grams of raw ham steak
ground black pepper

for the vegetarian dish:
70 gr square integral spaghetti of Italian durum wheat
seared cabbage with onion and garlic, black pepper and a pinch of salt, sprinkled with parsley

Bring the water placed in a large pot to a boil and when it boils pour all the pasta and a pinch of coarse salt, stir so that the pasta does not stick.

In a saucepan, sear the ham cut into chunks and peppered.

When the pasta is ready, drain, remove the quantity for vegetarian dressing and put the rest back into the cooking pot on induction at 10, incorporate the ham and a raw egg, mix well until the egg is cooked to the right point, serve and sprinkle with a drizzle of extra virgin olive oil (in this way with raw oil and no sautéed we will have a fragrant and tasty organoleptic result, saving the original flavors of the raw material and obtaining a healthier result.

For the vegetarian version.
Cut a slice of savoy cabbage into thin fillets, add chopped onion and garlic and cook with very little water until it is well cooked and whole, add ground black pepper and chopped parsley and after a minute, turn off the induction.
Place a few tablespoons of cooked cabbage on the pasta and drizzle with extra virgin olive oil q.s.

Eventually it is possible to accompany it with seasoned goat cheese coarsely grated or with julienned dried tomatoes.

The pour also serves as a side dish.

The tradition sees the cabbage the protagonist of many winter dishes and also accompanied with meats, fish or cheeses both for a happy combination of aromas and flavors and for the complentarity in order to have fibers and enzymes that ferry more complex and demanding foods such as meat or cheeses or cured meats in order to promote intestinal transit and reduce any absorption of the lipid components of said foods. The best would be to open the dance with the vegetables and to follow the rest.

Typical Friulian classic dishes is:
cabbage in butter with polenta and cheese
cabbage in butter with sausage and polenta
Savoy cabbage soup
cabbage rolls
… and much more 😉

Good tasting

tania P.

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: