#Diced pizza

Pizza dadolata

Continua l’excursus tra farina integrale e ortaggi con la freschezza della burrata

Ingredienti per due persone:

per la base:
280-300 gr farina integrale
1 cucchiaio olio e.v.o.
una manciata di semi di girasole
1 cucchiaino lievito secco
un pizzico di sale Hymalayano
una spolverata di origano
acqua q.b.
(un cucchiaino di curcuma in polvere facoltativa)

Mescolare farina con semi di girasole e origano (eventualmente anche curcuma). Disporre a fontana e incorporare olio, lievito sciolto in acqua tiepida (l’acqua tiepida serve per l’attivazione dei microrganismi del lievito) e un po’ di acqua, mescolare in modo che il lievito sia impastato con la farina quindi aggiungere sale e acqua q.b. per portare a termine impasto e formare una palla omogenea da lasciare lievitare un giorno (io ho preparato la sera prima per la cena del giorno dopo)

per la farcia:
2 pomodori ramati maturi
1 zucchina (o due)
mezza cipolla dorata
origano
peperoncino
un pizzico di sale grosso meglio se marino integrale

Lavare e mondare gli ortaggi. Tagliare pomodori, zucchina e cipolla a dadini e disporre insieme in una insalatiera di vetro, aggiungere il sale e l’origano e mescolare bene.

Stendere l’impasto su una teglia rivestita con carta da forno.
Per agevolare la divisione potete già praticare i tagli delle porzioni.
L’impasto è stato tagliato in due parti.
Disporre la dadolata di ortaggi sull’impasto e infornare in forno preriscaldato a 265°C per 15-20 minuti (regolatevi in base forno e impasto) ponendo sul 2 livello del forno.
Non aprire mai il forno in cottura.

Intanto preparare la burrata, toglierle i lacci e tagliarla grossolanamente. Come più volte detto, la burrata è un formaggio che non va cotto. Più gradevole e leggero della mozzarella, dalle mille versatilità, una membrana esterna di latte che racchiude un cuore cremoso.
La burrata non ha parti di scarto. Se avanza, conservare in contenitore chiuso di vetro, in frigo, un giorno.

Quando e pronta la pizza dadolata, sfornare, disporre nei piatti e disporre sopra la burrata con una spolverata di origano secco e un filo di olio e.v.o.

Un profumo fine e raffinato su una base dai toni agresti e fragranti, nella piacevolezza dei semi di girasole protetti dall’impasto, allieterà la vostra atmosfera mentre deliziate il palato e i sensi.
Dalla gradevolezza divina, chi ne ha condiviso la degustazione si è commosso nel riscoprire il vero del cuore di una pizza, giacché purtroppo in commercio e nelle pizzerie vi è tutto di commerciale fuorché pizza degna di tal nome.

gioite nel nutrirvi cuore anima corpo e mente.

by tania

pizza prima della cottura e burrata liberata dal laccio/pizza before cooking and burrata freed from the lace

pizza dal forno al piatto/pizza from the oven to the plate

Diced pizza

The excursus between wholemeal flour and vegetables continues with the freshness of burrata

Ingredients for two people:

for the base:
280-300 gr wholemeal flour
1 tablespoon extra virgin olive oil
a handful of sunflower seeds
1 tsp dry yeast
a pinch of Hymalayano salt
a sprinkle of oregano
water q.s.
(one teaspoon of turmeric powder optional)

Mix flour with sunflower seeds and oregano (possibly also turmeric). Place in a fountain and incorporate oil, yeast dissolved in warm water (warm water is used to activate the yeast microorganisms) and a little water, mix so that the yeast is mixed with the flour then add salt and water to taste to finish the dough and form a homogeneous ball to be left to rise one day (I prepared the night before for dinner the next day)

for the filling:
2 ripe coppery tomatoes
1 courgette (or two)
half a golden onion
Origan
chili pepper
a pinch of coarse salt, better if whole sea salt

Wash and clean the vegetables. Cut the tomatoes, courgette and onion into cubes and arrange together in a glass salad bowl, add the salt and oregano and mix well.

Roll out the dough on a baking sheet lined with parchment paper.
To facilitate the division you can already practice the cuts of the portions.
The dough was cut into two parts.
Arrange the diced vegetables on the dough and bake in a preheated oven at 265 ° C for 15-20 minutes (adjust to the oven and dough base) placing on the 2nd level of the oven.
Never open the oven while cooking.

Meanwhile, prepare the burrata, remove the laces and cut it coarsely. As said several times, burrata is a cheese that should not be cooked. More pleasant and lighter than mozzarella, with a thousand versatility, an external milk membrane that encloses a creamy heart.
The burrata has no waste parts. If left over, keep in a closed glass container, in the fridge, one day.

When the diced pizza is ready, take out of the oven, arrange on plates and place the burrata on top with a sprinkling of dried oregano and a drizzle of extra virgin olive oil.

A fine and refined perfume on a base with rustic and fragrant tones, in the pleasantness of sunflower seeds protected by the dough, will brighten your atmosphere while delighting the palate and the senses.
From the divine pleasantness, those who shared the tasting were moved to rediscover the true heart of a pizza, since unfortunately on the market and in pizzerias there is everything commercial except pizza worthy of the name.

rejoice in nourishing yourselves heart soul body and mind.

by tania

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: