Il faraone e l’archeologo. Cento anni dalla scoperta della tomba di Tutankhamon (1922)

NARRARE DI STORIA

Articolo di Alice Croce Ortega


Nell‘800, gli Europei che desideravano compiere un viaggio esotico, spesso si recavano in Egitto; era un po’ come succedeva con l’Italia, che invece veniva considerata, già da tempo, la tappa obbligata per la formazione culturale. La moda del viaggio in Egitto nacque sotto la spinta dell’attrazione verso il mistero: le mummie, le piramidi, i faraoni e altri esotismi che rappresentavano interessantissimi spunti per quello che si potrebbe definire “un’avventura organizzata”. In Europa il fascino per l’esotico in architettura diede vita a vari esempi di stile neo-egizio sia negli edifici che nel mobilio, con opere di ebanisteria con motivi decorativi che richiamavano gli elementi tipici di quel paese.

Anche se sappiamo che gli estimatori della cultura egizia si ebbero sin dall’epoca greca e romana, è solo dalla fine del 1700 che si comincia a documentare meglio questo antichissimo paese: nello specifico, in occasione della campagna…

View original post 1.334 altre parole

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: