Life in slides

Cli-click!
e cominciava
rullando il porta diapositive
la proiezione
sul muro
bianco.

Cli-click!
manuale
l’avanzare
di foto incorniciate
proiettate
raggio luminoso
sul muro
tra qualche macchia di sporco.

Cli-click!
procedeva lo scorrere
del tempo delle diapositive
ordinate una dopo l’altra
non più la foto in mano
ma il precursore della bobina di film
posando l’immagine dolcemente
sul muro di fronte.

Cli-click!
lontani ricordi
di immagini scorrevoli
non più foto patinate
da sfogliare in album
ma cassetti di negativi
impressi sul muro
in successione.

Cli-click!
e potersi fermare
commentare
dire
pausa tra una immagine immortalata
e l’altra
immagine ferma per dedicargli tempo
proiettando sul muro.

La stanza nel buio.

Cli-clock!
inceppamento
il bello della diretta
mano esperta
in breve
riorienta e si riparte
immagini sul muro
proiettate.

Cli-click!
come scandire il tempo
lo scorrere
guardando spettatori
come le figure
nella caverna di Platone
un mondo di idee fotografate
proiettate sul muro distante.

Cli-click!
forse inutile perditempo
o cianfrusaglie
che faranno cumuli nelle discariche
o un didattico insegnamento
di condivisione
e dimostrazione di come avviene
la creazione della fotografia-sviluppo-montaggio

e fu poi bobina di filmati.
Nacque la televisione
che mise in soffitta accanto ai proiettori di diapositive
quelli delle bobine dei film
caricati manualmente e riavvolti a fine proiezione.

Nel tempo di un cli-click e pausa
siamo nella stessa tecnologia vestita di nuovo.
Dal baule
sempre trai
cose vecchie cose nuove.

Cli-click-clack!
fine della trasmissione.

La vita rimanda reminiscenze come tante fotografie, i ricordi,
emozioni ed esperienze vissute, memoriali,
flash di istantanee che non sai se davvero le hai attraversate, storie,
tra i cli-click dei pensieri della mente
i cli-click dei cuori pulsanti sentimenti
cli-click di sensazioni e infine l’anima con le sue pause e tempi

si inceppa qualcosa lungo il cammino della vita
e un giorno ti accorgi del tuo
cli-click-clack!
la vita è finita

Qualcun altro forse riavvolgerà il film dei ricordi
o finirà sbobinato
in soffitta
accanto a cianfrusaglie di un tempo passato
tra proiettori e ciò che non è più.
Ognuno ha le sue percezioni e questo crea in lui
il senso del valore.

Dai valore all’accumulo di oggetti o ai tempi condivisi con le persone accanto a te e la contemplazione del Creatore e le sue creature?
tania Pizzamiglio 20 novembre 2019

 

Cli-click!
and it began
taxiing the slide holder
the projection
on the wall
White.

Cli-click!
manual
advancing
of framed photos
projected
light beam
on the wall
among some dirty spots.

Cli-click!
the flow proceeded
of the time of the slides
order one after the other
no more the photo in hand
but the precursor of the film reel
laying the image gently
on the opposite wall.

Cli-click!
distant memories
of sliding images
no more glossy photos
to browse in albums
but drawers of negatives
imprinted on the wall
sequentially.

Cli-click!
and being able to stop
to comment
to say
break between an immortalized image
and the other
firm image to dedicate time to it
projecting onto the wall.

The room in the dark.

Cli-clock!
jam
the beauty of live broadcasting
expert hand
In short
reorient and restart
pictures on the wall
projected.

Cli-click!
how to mark time
the scroll
looking at spectators
like the figures
in Plato’s cave
a world of photographed ideas
projected onto the distant wall.

Cli-click!
perhaps useless time wasters
or odds and ends
which will make heaps in landfills
or didactic teaching
of sharing
and demonstration of how it happens
the creation of photography-development-montage

and it was then reel of films.
Television was born
that he put in the attic next to the slide projectors
those of film reels
loaded manually and rewound at the end of the projection.

In the time of a cli-click and pause
we are in the same technology dressed again.
From the trunk
always come on
old things new things.

Cli-click-clack!
end of transmission.

Life brings memories like so many photographs, memories,
emotions and experiences, memorials,
flash of snapshots that you don’t know if you’ve really gone through them, stories,
among the cli-clicks of thoughts of the mind
the cli-clicks of hearts pulsating feelings
cli-click of sensations and finally the soul with its pauses and times

something gets stuck along the path of life
and one day you notice yours
cli-click-clack!
life is over

Someone else may rewind the film of memories
or it will end up unwound
in the attic
next to junk of a past time
between projectors and what is no longer.
Everyone has their perceptions and this creates in him
the sense of value.

Do you value the accumulation of objects or times shared with the people next to you and the contemplation of the Creator and his creatures?
tania Pizzamiglio 20 November 2019

Pubblicità

Pubblicato da taniapizzamiglio

IPHM member, EBSA member, naturopath, holistic operator, HSE technician, education and social communication assistant, ed. mindfulness, op. international cooperation development projects, etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: